Provincia di Chieti

Introduzione

In Abruzzo sorge la provincia di Chieti, una superficie di 2.588,35 km² e quasi 395.000 abitanti.
Chieti comprende 104 comuni, andando a classificarsi come la provincia più popolata d’Abruzzo. I suoi confini sono circoscritti a nord-ovest dalla provincia di Pescara, a sud-ovest da quella dell’Aquila e la regione Molise, a nord-ovest invece trova le sue terre bagnate dal Mar Adriatico.
Annualmente, la provincia di Chieti, accoglie una vasta quantità di turisti nel territorio per visitare la bellezza del Parco Nazionale della Majella, area naturale in cui sorgono vaste aree di natura selvaggia ed un elevato patrimonio nazionale di biodiversità.
Oltre a quest’ultimo, indiscutibilmente una delle mete più visitate, Chieti racchiude nel suo territorio numerosi reperti culturali e storici, come l’Abbazia di San Giovanni in Venere, abbazia benedettina con una storia antica di notevole importanza e pregio; il Santuario della Madonna dei Miracoli, luogo di culto meta di numerosi fedeli per raccogliersi in preghiera.
Oltre a bellezze di questo genere, a Chieti sorgono importanti e numerosi castelli dalla rara bellezza come il Castello Aragonese di Ortona e di Vasto, il Castello di Roccascalegna, il Castello ducale di Crecchio e altri ancora siti in tutto il territorio.
A Chieti, mare e monti si incontrano, lasciando al turista la libera di scelta di quale paesaggio appropriarsi maggiormente per le sue visite.

Abruzzo

Ricco di montagne aspre e sconosciute, stretto tra il gran Sasso, l'Appenino e il mare Adriatico, l'Abruzzo è l’anima verdeggiante e montanara dell'Italia centro-meridionale.
In questa regione, i monti, circondati da paesaggi brulli e incontaminati, fanno posto a piccoli centri d'alta montagna, località turistiche e riserve naturali cresciute attorno ai picchi più elevati, dove ancora vola fiera l'aquila reale, seguita con lo sguardo da altre specie protette, tra cui il lupo e l'orso marsicano.
Qui, dove il Gran Sasso e il massiccio della Majella si ricoprono di neve degradando verso le colline dell'Appennino e dischiudendo valli di intramontabile bellezza, si possono incontrare piccoli borghi in cui il passato e le sue testimonianze artistiche riescono a “parlare” al viaggiatore, per svelargli una storia ricca di fascino e suggestioni. Facendosi guidare da queste tracce si risale fino alle bellezze architettoniche che il sisma ha messo a rischio a L’Aquila e che ancora sopravvivono a Pescara, Teramo, Chieti e nei piccoli centri dell'entroterra, tra monasteri, castelli ed eremi in cui pare di sentire ancora il canto dei frati.
Costeggiando il litorale, poi, si scoprono lunghi e sabbiosi arenili a nord, mentre prevalgono le spiagge di ciottoli nella zona a sud.
Ma le spiagge sono il corollario, una fascia dorata a cingere il “cuore verde” della penisola.

 

Territorio

 

Infrastrutture

 

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 2 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 2 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 2 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...