Area Marina Gaiola parco sommerso

Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola

Introduzione

L’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola deve il suo nome ai due isolotti che sorgono a pochi metri di distanza dalla costa di Posillipo, a nord-ovest del Golfo di Napoli.
Delimitata dal Borgo di Marechiaro e dalla Baia di Trentaremi, racchiude al suo interno buona parte del grande banco roccioso della Cavallara, zona ricca di caratteristiche vulcaniche, biologiche e archeologiche uniche, incorniciate da panorami incantevoli.
In questa cornice paesaggistica che sembra strappata a una cartolina, in cui i costoni di roccia e le alte falesie di tufo giallo si colorano di macchia mediterranea, sono state costruite fastose ville destinate all'aristocrazia romana, come il Pausilypon, letteralmente “luogo dove terminano i dolori” che occupava gran parte della fascia costiera dell’attuale Parco.
reperti di questo glorioso passato sono oggi osservabili sopra e sotto il livello del mare, grazie al bradisismo, il fenomeno vulcanico che provoca lenti ma progressivi innalzamenti e abbassamenti del fronte costiero. Le correnti e le caratteristiche morfologiche dei fondali hanno fatto il resto, facendo popolare queste aree archeologiche di una ricca varietà di flora e fauna marina. Piante e pesci abissali che tra le rovine di un glorioso passato hanno trovato una nuova casa.

Campania

Situata nell’Italia meridionale e bagnata dal mar Tirreno, la Campania è una regione assolutamente affascinante per per i suoi paesaggi e per le numerose attrazioni artistiche e culturali.
Dominata dalla presenza del vulcano, la regione Campania vanta un caleidoscopio di luoghi, colori e scenari naturali ma anche di tradizioni popolari, feste e sagre.
Allegra e vivace, è composta da cinque province: Caserta, Avellino, Benevento, Salerno e infine Napoli, che oltre ad essere il capoluogo è anche il terzo comune italiano per popolazione. Qui, tra monumenti di estrema importanza, come il Maschio Angioino e Piazza Plebiscito, luoghi religiosi, siti archeologici, mercati tipici e bontà culinarie (dobbiamo ricordarvi la pizza), si respira in pieno l’atmosfera scherzosa che caratterizza questa Regione.
Una Regione celebre anche e soprattutto per il clima mite e per le sue località marine. Capri, Ischia, Procida e l’intera costiera amalfitana sono i più noti fra i centri turistici balneari della Campania, visitate ogni stagione da un immenso numero di turisti da tutto il mondo.
Mare e sole, dunque, ma anche storia: la regione Campania è infatti al centro dell’interesse turistico non soltanto per i suoi suggestivi scorci paesaggistici, ma anche per via dei siti archeologici, come quelli di Paestum, Ercolano e Pompei.
Zone ricche di cultura che, insieme allo splendore paesaggistico, rendono la Campania una meta turistica dal valore inestimabile.

Napoli

“Vedi Napoli e poi muori”, si dice. Ma questa provincia campana è talmente bella che il massimo che puoi fare dopo averla vista è tornarci.
Provincia classificata come una delle più grandi aree metropolitane europee, Napoli conta oltre 3 milioni di abitanti su una superficie di 1.171 km² comprendente 92 comuni.
Napoli è rappresentata in tutto il mondo per la bellezza dei paesaggi che è possibile osservare, primo tra tutti la vista della prima bellezza napoletana: il Vesuvio, il vulcano che sembra apparire come per magia ovunque lo sguardo intenda andare.
Napoli confina a nord con le province di Caserta e Benevento, a est con Avellino, a sud con Salerno ed è affacciata a ovest sul Mar Tirreno.
È possibile elencare tutte le bellezze di questa Provincia in un solo testo? Probabilmente no perché troppo numerose.
Le più note sono senza dubbio la maestosa Piazza del Plebiscito, gli Scavi archeologici di Pompei (meta anche di studi), il Duomo di Napoli, Reggia di Capodimonte, Ville Vesuviane, Capri, Procida, Sorrento, Castel Sant’Elmo e, ovviamente, il Vesuvio.
Le bellezze che circondano la provincia di Napoli e i suoi comuni sono vastissime, da quelle naturali racchiuse dei Parchi a quelle culturali che risiedono nei numerosi monumenti che si possono ammirare in giro per la città.
Il calore della gente e il sorriso fanno da contorno ad una vera e proprio “città delle bellezze”.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 0

Cosa puoi vedere