Provincia di Forli'-Cesena

Introduzione

La provincia di Forlì-Cesena riunisce 30 Comuni dell'Emilia Romagna. Ha cambiato denominazione, includendo fin dal nome anche Cesena, solo a partire dal 1999.
Confina a nord con la provincia di Ravenna, a est con il mar Adriatico, a sud-est con la provincia di Rimini, a sud-ovest con le province toscane di Arezzo e Firenze.
Il territorio ricco di sfaccettature e di itinerari che abbracciano mare e montagna, fornisce al turista innumerevoli punti d'interesse: dalle spiagge al benessere delle terme, dalle bellezze artistiche alla dolcezza delle colline, dalla maestosità della montagna a scorci inusuali da vivere a piedi, su due ruote o a cavalo, percorrendo la grande ippovia dell'Appennino Emiliano.
Nella provincia di Forlì-Cesena cultura e buon vivere vanno a braccetto. Tra gli oltre 45 musei diffusi sul territorio, si possono incontrare veri e propri scrigni di bellezze archeologiche, artistiche, naturalistiche, etnografiche e chi più ne ha più ne metta. Per gli amanti del turismo naturalistico, poi, come non cedere alla tentazione di visitare le tante vie d'acqua che creano paesaggi mutevoli e in movimento. La fonte inesauribile della Diga di Ridracoli e la meraviglia della Cascata dell'Acquacheta, il mistero delle Marmitte dei Giganti, la pace del Lago di Quarto, dalla montagna la Sorgente del Tevere e dal mare l'Oasi Marina Costiera, regalano opportunità di viaggio inconsuete.

Emilia-Romagna

L’Emilia-Romagna è costituita da due regioni dalla storia intensa: l’Emilia, dove si trova il capoluogo regionale Bologna e le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara e Modena, e la regione Romagna con le sue province di Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena e una limitata parte dei comuni bolognesi situati a est del torrente Sillaro.
Sul territorio regionale sono presenti due Parchi Nazionali spartiti con la Toscana: Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna ed il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano.
Numerose la fauna e la flora che è possibile osservare in queste aree.
L’Emilia-Romagna è terra di bellezze storiche, naturali e della tavola.
La cucina emiliana è una delle cucine maggiormente richieste dai turisti che vengono a visitare questa terra ricca di bellezze di ogni genere.
Biblioteche, Luoghi sacri, Teatri, Abbazie, Musei, Cattedrali… monumenti dal fascino inestimabile che vanno ad implementare una già ricca storia regionale, rendendola sempre più significativa e ammirevole.
In Emilia Romagna è possibile unire l’utile al dilettevole.
Girando per le strade delle sue cittadine si possono incontrare luoghi storici ma anche luoghi in cui poter riassestarsi e fare una pausa gustando i diversi piatti, aperitivi o semplicemente restando ad osservare la bellezza del posto.
Città d’arte e città di mare, in Emilia Romagna il divertimento si accoppia perfettamente con la cultura.

 

Territorio

 

Infrastrutture

 

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 2 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 2 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 2 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...