Presentazione

A Busseto, in provincia di Parma, c’è la casa natale di uno dei più grandi “maestri della musica”: Giuseppe Verdi.
Nato il giorno del patrono locale, il 10 Ottobre 1813 – San Donnino, il futuro compositore nacque in una delle stanze che oggi si possono visitare, quella dal soffitto basso e con travi a vista.?Nato da mamma Luigina e papà Carlo, la famiglia di Giuseppe Verdi non era certamente una famiglia agiata. I genitori conducevano, al primo piano della loro “povera casa, bassa e lunga, un po’ sghemba” (come riporta Giuseppe Garibazzi nel suo libro: Verdi – La vita), una drogheria-osteria per la quale, Carlo Verdi, andava a rifornirsi con il suo calesse da un caro amico di famiglia, Antonio Barezzi, che risulterà fondamentale per la futura vita musicale del piccolo Giuseppe.
Come mai??Perché il Barezzi era un grande appassionato di musica e aiutò Giuseppe Verdi a mettersi in contatto con Ferdinando Provesi, direttore della scuola di musica e organistica della Collegiata nonché colui che per primo scoprirà il grande talento del compositore.
Una grande storia quella di Verdi che, con le sue musiche, è riuscito a farsi conoscere da tutto il mondo componendo pezzi che ancora oggi si sentono nei teatri più prestigiosi.
La grande vita del compositore, la notorietà delle sue opere e la modestia che la sua famiglia mantenne nel tempo fanno sì che, tutt’ora, la casa natale sia un luogo in cui recarsi per far visita e omaggiare il talento di Giuseppe Verdi, scoprendo in quelle piccole stanze che un tempo erano segno di una dignitosa povertà, la vita “normale” di un piccolo bambino che sarebbe diventato uno dei volti e nomi più conosciuti al mondo.

La Regione

L’Emilia-Romagna è costituita da due regioni dalla storia intensa: l’Emilia, dove si trova il capoluogo regionale Bologna e le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara e Modena, e la regione Romagna con le sue province di Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena e una piccola parte dei comuni bolognesi situati a est del torrente Sillaro.
Sul territorio regionale sono presenti due Parchi Nazionali condivisi con la Toscana: Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna ed il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano.
Numerose la fauna e la flora che si possono incontrare in queste aree.
L’Emilia-Romagna è terra di bellezze storiche, naturali e legate alla cucina.
La cucina emiliana è una delle cucine maggiormente richieste dai turisti che vengono a visitare questa terra ricca di bellezze di ogni genere.
Biblioteche, Luoghi sacri, Teatri, Abbazie, Musei, Cattedrali… monumenti dal fascino inestimabile che vanno ad implementare una già ricca storia regionale, rendendola sempre più significativa e ammirevole.
In Emilia Romagna è possibile unire l’utile al dilettevole.
Girando per le strade delle sue cittadine si possono incontrare luoghi storici ma anche luoghi in cui poter riassestarsi e fare una pausa gustando i numerosi piatti, aperitivi o semplicemente restando ad ammirare la bellezza del posto.
Città d’arte e città di mare, in Emilia Romagna il divertimento va di pari passo con la cultura.

Parma

La provincia di Parma, che si trova in Emilia-Romagna, offre diversi ambiti turistici da poter seguire, quello culturale, enogastronomico e paesaggistico.
Gli abitanti della provincia sono all’incirca 443.770 e l’estensione del sui territorio tocca i 3.447 km², comprendendo 46 comuni.
I confini della provincia di Parma trovano a nord a Lombardia, ad est Reggio Emilia, a sud la regione Toscana e Liguria e, ad ovest confina con al provincia di Piacenza.
La zona offre la possibilità di vistare una moltitudine di monumenti, castelli, ville e santuari che vanno a rappresentare uno dei principali ambiti del turismo della zona. La Villa Pallavicini, la casa in cui è nato il grande Giuseppe Verdi a Roncole Verdi, le diverse Rocche situate nei comuni della provincia, la Reggia di Maria Luigia, il Battistero ed il Duomo…
La provincia di Parma è ricca di cultura e storia, ammirabili anche nei numerosi Musei e nelle Mostre che ogni anno si tengono in questa provincia emiliana.
La cultura dei suoi monumenti si avvicina all’ambito enogastronomico formando un turismo ricco di storia e gusto. La cucina regionale, infatti, vede tra le sue eccellenze il famosissimo Prosciutto Crudo di Parma, il Parmigiano Reggiano, le vastità di salumi e di primi piatti che si servono in questa zona.
Cucina e Cultura sono gli ambiti di maggior pregio di questa provincia, visitata annualmente da numerosissimi turisti.

 

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive