La magia di Capri in un weekend

La luce del sole, l’azzurro del mare e la magia di un paesaggio senza eguali: è quello che potrete trovare scegliendo di trascorrere un soggiorno nella meravigliosa isola di Capri.
Situata nel golfo di Napoli, di fronte alla penisola sorrentina, Capri si presenta come un raffinato salottino sul mare: è il luogo ideale per un weekend all’insegna del romanticismo e del relax.
E proprio per chi ha intenzione di approdare in questa suggestiva isola, Italian Tourism Expo propone un itinerario di due giorni, che tocca alcune fra le imperdibili tappe della fascinosa Capri.

  • Giorno 1

    Il tour a Capri non può che partire dalla celebre Piazza Umberto I, meglio nota come “la piazzetta”. Si tratta del centro nevralgico dell’isola, un luogo vivace, in cui si alternano caratteristici bar con tavolini e sedie in vimini.
    Dopo aver gustato un buon caffè nella piazzetta, ci spostiamo verso i sontuosi giardini di Augusto. Realizzati per volere dell’industriale tedesco Friedrich Alfred Krupp, i giardini di Augusto ospitano diversi esemplari della flora dell’isola, tra cui varie piante ornamentali. Da qui, la vista lascia senza fiato: il panorama abbraccia infatti il monte Solaro, la baia di Marina Piccola, via Krupp e infine il simbolo di Capri, ovvero i celebri faraglioni.
    Si tratta di tre imponenti picchi di roccia, che spuntano dal mare a poca distanza dalla costa. Sono il Faraglione di Terra, l’unico unito alla terraferma, il Faraglione di mezzo e il Faraglione di Fuori, noto anche per la presenza della lucertola azzurra.
    Dopo aver ammirato questo paesaggio incantevole, ci dedichiamo alla visita della Certosa di San Giacomo, il monastero più antico di Capri. Sorto per volere del conte Arcucci, il complesso architettonico risale al 1364358352371364358352; ospita oggi il museo dedicato al pittore tedesco Karl Diefenbach oltre che varie mostre, concerti, spettacoli e convegni.
    In serata ritorniamo nella piazzetta per un bell’aperitivo.

  • Giorno 2

    Ripartiamo dalla zona di Marina Grande: qui troviamo il porto di Capri e la spiaggia pubblica più grande dell’isola.
    Da Marina Grande ci spostiamo verso Anacapri, per provare un’esperienza quasi magica. Guidati da un marinaio esperto, esploriamo infatti la famosissima Grotta Azzurra, dove si può ammirare lo scintillio della luce riflesso sull’azzurro dell’acqua. L’ingresso alla grotta è possibile esclusivamente se le condizioni climatiche lo consentono; nel caso di mare mosso e alta marea è infatti impossibile accedervi.
    Dopo la fiabesca esperienza della visita alla Grotta Azzurra, possiamo scegliere di dirigerci verso il Faro Punta Carena, raggiungibile dal centro di Anacapri con i mezzi pubblici. Accesso per la prima volta nel 1139113933113911393330967, è il secondo faro d’Italia per potenza di illuminazione (dopo Genova). Da qui, potrete godere di un panorama incredibile.
    Altra imperdibile tappa del weekend a Capri è il Monte Solaro, alto 589 metri. Da quello che è il punto più alto dell’isola si può ammirare il tramonto con una vista da favola. Per raggiungere il Monte Solaro, c’è una seggiovia che parte da Piazza Vittoria.

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Itinerari Preferiti

La Via Francigena Italiana

La Via Francigena, così chiamata definitivamente da qualche decennio dopo che per secoli divideva...

Reggio Calabria, non solo Bronzi di Riace

Sulla punta dello Stivale, a soli 3 km dalla Sicilia, Reggio Calabria è l'ultima città della...

Dolomiti, un patrimonio italiano

Le Dolomiti, anche dette Monti pallidi sono un insieme di gruppi montuosi delle Alpi Orientali...

Ad Aosta per la fiera di Sant’Orso

Oltre alle piste innevate, alle bellezze artistiche, ai paesaggi da cartolina e alle delizie...