Pasqua: La “Via Crucis Vivente” di Frassinoro

Frassinoro è un comune di circa 2000 abitanti in provincia di Modena, in Emilia-Romagna.
Il paese è conosciuto anche per la sua antica e importante Abbazia, sorta sui resti di una antichissima chiesetta risalente al VIII secolo.
Essa era uno dei tanti Monasteri Benedettini legati alla sovrana delle Terre di Badia, Matilde di Canossa.

Questo piccolo paese è noto, inoltre, per la sua particolare “Via Crucis Vivente”. Usiamo il termine “particolare” perché questo evento si svolge ogni tre anni.

La sua rievocazione della passione e della morte di Gesù Cristo è rappresentata con immagini statiche. Coinvolge, ogni volta, pellegrini e visitatori i quali ammirano l'allestimento dei quadri raffiguranti le stazioni.

La Via Crucis risale intorno al XVII secolo e fu approvata, dalla sede apostolica a metà del XVIII secolo, nella sua forma attuale: 14 stazioni.
Sino al XX secolo era conosciuta come “Processione del Cristo Morto”.

La “Via Crucis Vivente” è tuttora fondata sulle profonde radici di religiosità che i frossinoresi custodiscono gelosamente e, ancora oggi, rappresenta un patrimonio popolare che le nuove generazioni non hanno dimenticato. Questo è dimostrato dal fatto che giovani ed anziani, ad oggi, collaborano insieme per conservare questa unica ed inimitabile tradizione.

La via crucis vivente di Frassinoro è l'unica processione storico-religiosa della regione Emilia Romagna.
La sua grande importanza è stata riconosciuta ottenendo, per l'edizione 2015, il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana.

Ma una notizia “negativa” dobbiamo dirla:
dato che la sua rappresentazione è ogni 3 anni, e che l’ultima è avvenuta del 2015, per ammirarla nuovamente dovremo attendere il 2018!


Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive