Parco Regionale Alta Valsesia

Il Parco ha un'estensione di 6.511 ettari, compresi i 900 ed 4.559 metri s.l.m., ed è pertanto il Parco più alto d'Europa. Il suo territorio riguarda le porzioni superiori delle testate del fiume Sesia e del torrente Sermenza e della Val Ma stallone e da numerosi valloni confluenti. I suoi confini occidentali e nord occidentali corrono sullo spartiacque che separa la Valsesia da quella di Gressoney, dal territorio elvetico e della Valle Anzasca. A settentrione il confine coincide con la cresta alpina del massiccio del Monte Rosa, toccando i 4.559 metri della Punta Gnifett

Introduzione

Situato nei territori della Valsesia, il parco regionale naturale dell’Alta Valsesia costituisce l’area protetta più elevata d’Europa.
Ampio ben 6500 ettari, il parco naturale Alta Valsesia include otto comuni delle province di Vercelli e Verbano Cusio Ossola.
Istituito nel 1979, questo splendido parco naturale rappresenta in pieno le caratteristiche dei parchi tipicamente alpini, sia dal punto di vista della morfologia territoriale che dal punto di vista della flora e della fauna.
All’interno del parco è evidente la presenza dei ghiacciai, che hanno modellato nel tempo la conformazione del territorio; in particolare, fra i luoghi in cui si mantengono intatte le tracce dell’azione glaciale abbiamo il fondale della zona di Alagna, fra le località più amate dagli amanti dell’alpinismo e dello sci fuoripista.
E proprio per la invadente presenza dei ghiacciai, è stato allestito nel parco un vero e proprio sentiero glaciologico, ovvero un percorso guidato che consente ai turisti di conoscere la storia dei ghiacciai che interessano la zona.
Il parco naturale più elevato d’Europa ha chiaramente una vegetazione e una fauna tipicamente alpine: ad alta quota si possono ammirare fra gli altri muschi, licheni, genziane, genepì e azalee.
Come la flora, anche la fauna è quella tipica delle zone d’alta quota: per questo motivo si incontrano esemplari come lo stambecco, il camoscio, i caprioli, le marmotte, le voli, le lepri, le martore e gli ermellini.

Piemonte

Il Piemonte è la terra delle mille risorse.
Con i suoi 160.000 ettari di aree protette, il territorio piemontese si suddivide tra montagne imponenti, pianure e colline dando la possibilità di conoscere habitat diversi racchiuso nello stesso territorio.
Le alte vette sono meta ambita tra coloro che amano praticare sport alpinisitici, a questo proposito in Piemonte sono numerosi gli impianti sciistici che permettono agli amanti di questo sport di potersi dilettare anche nelle piste più estreme.
Spostando lo sguardo, oltre il bianco candido della neve invernale, è possibile trovare pianure e colline che vanno a completare il panorama di questa incredibile regione, risaltandone la bellezza.
Torino, capoluogo regionale, con i suoi abitanti è il quarto comune per popolazione in Italia andando a costituire il terzo pilastro economico-produttivo italiano.
Numerose sono le attrazioni che ogni anno attirano i turisti a visitare Torino, patria della storia, della cultura e della cucina italiana.
Chiese, teatri, università rinomate, parchi e musei sono tra le mete più ambite del capoluogo piemontese lasciando sempre, però, spazio anche alle altre innumerevoli bellezze del Piemonte racchiuse all’interno delle sue città come Alessandria, Cuneo, Asti, Novara, Biella e molte altre.
Non dimentichiamo che in Piemonte sono inoltre presenti due Parchi Nazionali: il Gran Paradiso e la Val Grande.
In Piemonte la storia è in perfetta armonia con l’alta tecnologia presente all'interno delle industrie, l’arte, la cultura, la cucina prelibata e l’artigianato pregiato fanno da sfondo a paesaggi dalla bellezza unica che ogni anno ospitano numerosi turisti che arrivano da ogni parte del.

Vercelli

Una natura variegata e rigogliosa, insieme a monumenti di grande pregio artistico, caratterizzano la provincia di Vercelli, che si trova in Piemonte, fra le province di Verbano-Cusio-Ossola, Novara, Alessandria, Torino, Biella e la Valle d’Aosta.
Fra le destinazioni più interessanti della provincia rientra certamente il capoluogo Vercelli, città d’arte particolarmente ricca dal punto di vista storico e architettonico. Il suo centro storico medievale {vanta|custodisce un gran numero di] chiese, torri, castelli e palazzi antichi di rara bellezza: dalla Basilica tardo gotica di Sant’Andrea alla chiesa di San Marco, dalla sinagoga all’anfiteatro romano, dalle piazze alle torri, come la torre dell’Angelo e la Torre Vialardi.
Una ricchezza architettonica di grande interesse turistico, che si lega alle bellezze naturali del luogo. In un potenziale soggiorno all’interno del territorio della provincia di Vercelli si può ad esempio passare dalla zona delle Grange, con le estese risaie, come anche nell’area della Valsesia, definita “la valle più verde d’Italia”. Si può inoltre optare per attività d’alta quota in comuni come Alagna Valesia o Mera, o ancora dedicarsi a degli sport fluviali sul fiume Sesia.
Infine, dopo le più svariate visite fra il capoluogo e le mete turistiche della sua provincia, spazio alle delizie della gastronomia locale, come il capunèt e la Panissa.

Verbano-Cusio-Ossola

Si trova in Piemonte ed è stata istituita nel 1992 la provincia del Verbano-Cusio-Ossola nata dall’unione dei tre territori legati ai comuni di Verbania, Omegna e Domodossola.
La provincia contiene una popolazione di circa 163000 abitanti e presenta una conformazione geografica tendenzialmente montuosa e collinare.
Gli amanti della montagna hanno la possibilità di dedicarsi ad attività d’alta quota fra le vette dei vari gruppi montuosi, fra cui la Punta Nordend del Monte Rosa, alta ben 4609 metri.
Insieme ai rilievi montuosi e collinari, all’interno della provincia del Verbano-Cussio-Ossola si trovano poi aree pianeggianti e caratteristici laghi, fra cui il lago di Mergozzo e parte del lago d’Orta.
Non mancano poi siti patrimonio dell’umanità UNESCO, ovvero i due Sacri Monti, la riserva naturale speciale del Sacro Monte Calvario di Domodossola e la riserva naturale della Santissima Trinità di Griffa.
Ma oltre ad immergersi fra le bellezze naturali, i visitatori possono dedicarsi a visitare i vari comuni della provincia, fra cui il capoluogo Verbania, con i suoi giardini botanici, e Domodossola, con la sua piazza mercato, particolarmente caratteristica per via degli antichi portici.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 0

Cosa puoi vedere