Parco Regionale Bosco delle Querce di Seveso e Meda

Il Bosco delle Querce di Seveso e Meda è stato interamente costruito dall'uomo a seguito dei lavori di bonifica dopo l'incidente del 10 Luglio 1976 - fuoriuscita nube tossica di diossina. L'intento di dar vita ad un bosco con caratteristiche simili a quelle dei vicini boschi originari, costituiti in prevalenza da Farnia, Pino silvestre, Betulla, Carpino bianco, Ontano nero e Salice bianco.

Introduzione

Il Parco Regionale Bosco delle Querce di Seveso e Meda si trova negli omonimi Comuni nelle province di Monza e Brianza.
Questa area protetta si può considerare un grande monumento alla memoria. Il parco sorge su zone ad alta contaminazione ormai completamente ripulite dai veleni, per non dimenticare il disastroso incidente che il 10 luglio 1976 colpi l'area. A causa del guasto di un reattore industriale, un nube tossica di diossina venne rilasciata nell'ambiente, con effetti terribili sull'ambiente naturale. Basti pensare che le piante sulle quali si depositarono i veleni si seccarono spontaneamente e fu necessario abattere tutti gli animali contaminati. Anche la popolazione locale non fu indenne e manifestò effetti tossici acuti quali dermatiti e congiuntiviti, mentre gli effetti cronici sono ancora in fase di studio.
Per tenere alta l'attenzione sul problema dell'inquinamento ambientale, all'interno del parco si può visitare il "Percorso della memoria" e l'archivio permanente della catastrofe "Ponte della memoria", realizzato a partire dal 2001 in collaborazione con la Città di Seveso e la Fondazione Lombardia per l´Ambiente.
Dal punto di vista faunistico, nonostante la mancanza di specie autoctone, il Parco Regionale Bosco delle Querce di Seveso e Meda sta accogliendo una crescente migrazione di volatili, rettili e piccoli mammiferi.

Lombardia

Prima per popolazione, seconda per densità. Questa è la Lombardia, regione dell’Italia nord-occidentale famosa per detenere una quantità di attrazioni di ogni genere.
Capoluogo regionale è Milano, la grande città della moda in cui poter attraversare vie ricche di negozi, pub, bar. La movida milanese è una delle più richieste e più sognate.
Ma non è solo moda, la Lombardia ha in sé numerosi laghi come i bellissimi Lago di Garda, Lago Maggiore, Lago di Como, Lago di Iseo e numerosi altri, meta di parecchi turisti.
Con un clima mediterraneo, la regione Lombardia è un luogo in cui il turismo è continuamente attivo date le numerose attività che si possono svolgere sia durante i periodi freddi che d'estate.
La Lombardia è stata, inoltre, la prima regione italiana ad introdurre norme per la tutela del territorio; semplici passeggiate lungo i sentieri rocciosi della regione possono far scoprire agli occhi dei turisti e dei cittadini tantissimi animali di diversa specie.
La Lombardia ha in condivisione con la Svizzera il Monte San Giorgio, patrimonio mondiale dell’umanità per l’inestimabile valore dei fossili che si possono vedere sulle pareti rocciose del monte stesso.
Brescia, Bergamo, Como, Lodi, Mantova, Cremona…città che fanno della Lombardia meta ambita da chiunque venga in visita nel nostro Bel Paese.
Bellezze diverse che toccano i punti cardine di un turismo che in Lombardia è continuamente visibile, dalla moda alla storia dei suoi panorami e monumenti la Lombardia è il luogo ideale per poter trascorrere giornate all'insegna di relax, cultura e…shopping!

Monza e della Brianza

In Lombardia nasce nel 2004, e divenuta operativa solo nel 2009, la provincia di Monza e della Brianza, resa tale dalla divisione di una di un’area precedentemente della provincia di Milano.
Capoluogo provinciale è Monza che, con i suoi 124.302 abitanti ed un’estensione di 405,49km si classifica come la terza provincia più piccola d’Italia e la ventunesima come densità di popolazione.
La provincia lombarda è confinante a nord con la provincia di Lecco e di Como, a est con quella di Bergamo e Milano, a ovest, con la provincia di Varese e a sud sempre con la provincia di Milano.
Meraviglie naturali si uniscono all’elevato patrimonio culturale che regna in questa provincia lombarda, e che si può visitare nei monumenti e nei Musei della zona che sono tra le mete maggiormente richieste di chi vuole visitare questa zona.
Tanti sono i parchi che si possono visitare nella provincia, tutti ricchi di diverse entità di fauna e flora, colori sgargianti durante il periodo estivo e a quelli tipicamente autunnali quando il caldo lascia il posto alle temperature più fredde.
La Provincia di Monza e della Brianza è un ottimo luogo per le famiglie, nel quale poter assaporare tutte le bellezze della zona anche nei percorsi ciclabili offerti nei diversi itinerari turistici.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 0

Cosa puoi vedere