Parco Regionale Bric Tana

Curiose guglie di calcare sovrastano il fiume Bormida ergendosi dai castagneti e dai boschi misti del piccolo parco regionale di Bric Tana, importante per la presenza di forme carsiche superficiali e sotterranee. In alcune cavità si osservano le nicchie di distacco di pietre da macina, frutto dell'opera di pazienti scalpellini, mentre reperti preistorici sono stati ritrovati nella località detta Tana dell'Orpe.

Introduzione

Il Parco Regionale Bric Tana, area protetta dal 1985, sorge nel Comune di Millesimo (Savona), noto ai palati più fini come una delle "città del tartufo".
Il parco deve il suo nome a un grande “inghiottoio” esplorabile, in dialetto "Tana dra vurp", una caratteristica conformazione carsica che è il cuore intorno al quale si è sviluppata una vasta area protetta che comprende anche la Valle dei Tre Re. Altre conformazioni geologiche caratteristiche del Parco sono, poi, le cosiddette “doline”, grandi avvallamenti a forma di imbuto tramite i quali l'acqua piovana penetra nel sottosuolo. Le doline confluiscono, poi, nelle celebri arenarie della “Formazione di Molare”.
Si potrebbe pensare che il parco sia un paradiso per soli geologi e speleologi, ma le sorprese che riserva ai suoi escursionisti non terminano qui. Proprio nella "Tana della volpe" o "Tana dell'Orpe" si trova uno dei siti archeologici di maggior rilevanza del territorio ligure. Le asce in pietra levigata rinvenute, risalenti al periodo neolitico, sono una testimonianza dei tentativi di disboscamento attuati dall'uomo fin dalla preistoria ma soprattutto sono una prova scientifica che ha portato gli archeologici a datare i primi insediamenti liguri in un periodo ben precedente rispetto a quello ipotizzato.
Tra le testimonianze archeologiche da non perdere ci sono, poi, le incisioni rupestri di Biestro, i massi delle croci, il masso-altare di Colla e il Menhir di Millesimo.

Liguria

La Liguria ha una popolazione di oltre 1.600.000 abitanti andando a posizionarsi tra le regioni maggiormente abitate d’Italia nonostante sia, contemporaneamente, una delle regione più piccole contando un’estensione di solo 5.420km².
Inserita tra le Alpi Liguri, a Nord dall’Appennino Ligure e a sud dal Mar Ligure, la Liguria è meta ambita da tutti coloro che vogliono godersi il mare facendo l’occhiolino alla maestosità delle catene montuose.
Capoluogo regionale è Genova, ex repubblica marinara avente monumenti e musei ricchi di storia e bellezza.
I suoi territori di mare si sposano perfettamente con i monti, creando uno scenario unico e inconfondibili davanti agli occhi dei tantissimi turisti che annualmente decidono di far visita a questa regione dalle mille sfumature.
Come potersi dimenticare delle Cinque Terre?
Una meraviglia italiana che, già di per sé, potrebbe affascinare qualunque persona al mondo.
Colori, paesaggi e storicità fanno delle Cinque Terre uno dei luoghi più ambiti per le vacanze estive.
Savona, La Spezia ed Imperia vanno a completare la ricchezza monumentale, storica, artigianale e culinaria ligure offrendo ai suoi abitanti e visitatori ogni qualsivoglia attività per iniziare o continuare ad amare questa terra.

Savona

La provincia di Savona riunisce 69 Comuni della Liguria. Confina a ovest con Imperia, a nord con le province piemontesi di Cuneo, Asti e Alessandria, a est con la provincia di Genova, mentre a sud è bagnata dal mar Ligure.
La bellezza paesaggistica della costa e dell'entroterra provinciale è arricchita da un patrimonio artistico, architettonico e naturalistico di tutto rispetto, che spazia dal mare alla collina, dalle chiese ai borghi fino alle antiche botteghe artigianali. Storia e preistoria si fanno ammirare nei siti archeologici e nelle grotte carsiche da scoprire attraverso percorsi ricchi di mistero. L'artigianato artistico ha le sue eccellenza nelle lavorazioni del vetro e della ceramica, entrambe di antichissima tradizione.
Numerosi gli itinerari turistici tra le città d'arte, le località costiere e i caratteristici borghi collinari, otto dei quali (Borgio Verezzi, Castelbianco, Castelvecchio di Rocca Barbena, Finalborgo, Laigueglia, Millesimo, Noli, Zuccarello) sono annoverati nel club dei Borghi più belli d'Italia per il loro eccezionale patrimonio architettonico e naturalistico. Tre località si fregiano, inoltre, della Bandiera Arancione, marchio del Touring Club Italiano destinato alle piccole località dell'entroterra che si distinguono per la loro qualità turistico-ambientale.
In questo luoghi da favola, eventi e manifestazioni per grandi e piccini offrono in ogni periodo dell'anno momenti di cultura, relax e divertimento.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 0

Cosa puoi vedere