Parco Regionale Capanne Marcarolo

Il vasto altopiano di Marcarolo è situato nell'area montuosa dell'Appennino Ligure-Piemontese, all'estremo sud della provincia alessandrina, collocato geologicamente nel sistema noto come "Gruppo di Voltri". L'area del Parco è dominata dalla piramide massiccia del Monte Tobbio ed ha la peculiarità di godere la vista del Golfo Ligure, posto a meno di dieci chilometri in linea d'aria. L'area è di particolare interesse per l'abbondanza di corsi d'acqua e di zone umide.

Introduzione

Nella Regione Piemonte nasce il Parco Capanne Marcarolo, un ambiente boschivo in cui roveri, castagni e diverse specie di pini trovano casa.
9.551, 84 ettari di terreno colmi di flora e fauna, in cui i turisti arrivano per poter stare a stretto contatto con la natura.
All’interno del Parco Regionale delle Capanne Marcarolo sono presenti boschi di latifoglie e, dato il clima mediterraneo/continentale influenzato dalla vicinanza al mare, è possibile ammirare flora alpina.
Agrifogli e querce si fondano con la fauna del Parco, rettili e anfibi, come le diverse specie di serpenti, varie tipologie di pesci, cinghiali, volpi, tassi, ricci, caprioli, lepri e pipistrelli sono i veri abitanti di queste distesa verde che ricopre spazio del territorio italiano.

Piemonte

Il Piemonte può vantare mille risorse.
Con i suoi 160.000 ettari di aree protette, il territorio piemontese si suddivide tra montagne imponenti, pianure e colline dando la possibilità di conoscere habitat diversi racchiuso nello stesso territorio.
Le alte vette sono meta ambita tra coloro che amano praticare sport invernali, a questo proposito in Piemonte sono numerosi gli impianti sciistici che permettono agli appassionati di potersi dilettare anche nelle piste più estreme.
Spostando lo sguardo, oltre il bianco candido della neve invernale, è possibile trovare pianure e colline che vanno a completare il panorama di questa incredibile regione, risaltandone la bellezza.
Torino, capoluogo regionale, con i suoi abitanti è il quarto comune per popolazione in Italia andando a costituire il terzo pilastro economico-produttivo italiano.
Numerose sono le attrazioni che ogni anno attirano i turisti a visitare Torino, patria della storia, della cultura e della cucina italiana.
Chiese, teatri, università rinomate, parchi e musei sono tra le mete più ambite del capoluogo piemontese lasciando sempre, però, spazio anche alle altre innumerevoli bellezze del Piemonte racchiuse all’interno delle sue città come Alessandria, Cuneo, Asti, Novara, Biella e molte altre.
Non dimentichiamo che in Piemonte sono inoltre presenti due Parchi Nazionali: il Gran Paradiso e la Val Grande.
In Piemonte la storia si fonde perfettamente con l’alta tecnologia presente all'interno delle industrie, l’arte, la cultura, la cucina prelibata e l’artigianato pregiato esaltano paesaggi dalla bellezza unica che ogni anno ospitano numerosi turisti da tutto il mondo.

Alessandria

La provincia di Alessandria include 190 Comuni all'estremo settore sud-orientale del Piemonte. Confina a nord con la provincia di Vercelli, a ovest con la provincia di Torino e la provincia di Asti, a est con la provincia lombarda di Pavia, a sud con le province liguri di Genova e Savona, a sud-est con la provincia emiliana di Piacenza.
La sua posizione peculiare, al confine con tre regioni, ha segnato la storia antichissima di questi territori, che risale indietro fino al Neolitico e racconta di influssi culturali ed economici che interessarono la Repubblica di Genova, il Marchesato del Monferrato e il Ducato di Milano, prima della lunga età sabauda. Non a caso, sono tanti i Comuni dell'area che conservano radici liguri: basti pensare a Novi Ligure o a Gavi, Voltaggio (Comune onorario della provincia di Genova), Parodi Ligure, Carrosio e Fraconalto, che ancora in epoca fascista tentarono senza successo di passare sotto la giurisdizione della provincia di Genova.
la conformazione del territorio provinciale, per lo più collinare, ha favorito la diffusione nei secoli di castelli e ville circondati da vigneti, in particolar modo nel Monferrato, area diventata negli anni sinonimo di enogastronomia e percorsi turistici di qualità. Buon vino, tartufo bianco e menù dai profumi mare-monti, sempre all'insegna della contaminazione tra Piemonte e Liguria, sono solo alcune delle caratteristiche di una provincia tutta da scoprire.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 1

Cosa puoi vedere