Parco Regionale Chiese Rupestri Materano

Una superficiale conoscenza del territorio del Parco induce frettolosamente a considerarlo con un'immagine nuda ed aspra, resa ostile da estese pietraie e scoscesi strapiombi. Ma in questa orografia così accidentata che sembra voler respingere la presenza dell'uomo, una ricchezza naturalistica che sorprende ed affascina consente una lenta conquista di un mondo pieno di seduzioni. Nel Parco sono presenti grotte preistoriche, insediamenti monastici rupestri, insediamenti preistorici.

Introduzione

In Basilicata si può ammirare il Parco Regionale delle Chiede Rupestri di Materano, anche chiamato Parco della Murgia Materana.
Il territorio del Parco detiene la Gravina di Matera, solco di origine calcarea, sul quale scorre il torrente omonimo sfociando poi nel fiume Bradano.
Caratteristica principale del Parco è la presenza di quasi 150 Chiese rupestri, luoghi di culto in cui, in era antica, trovavano dimora i monaci. Le meraviglie di queste Chiese arrivano dai loro affreschi e dalle loro incisioni che raccontano a noi, oggi, il passato di questo territorio.

Rarissime specie di flora abitano il Parco insieme a diverse forme animali.
Arbusti, fragno, leccio, rovella, lentisco, terebinto, ginepro, olivastro…numerosi esemplari che fanno del Parco Regionale delle Chiede Rupestri di Materano una rarità di bellezza, storia e cultura.

Basilicata

Confinante con Puglia, Campania e Calabria e bagnata da due mari, lo Ionio e il Tirreno, la Basilicata è una regione dell'Italia meridionale permeata dal silenzio e dalle bellezze di una natura aspra e incontaminata, dalla spiccata biodiversità, che regala scorci di un'altra epoca, lontani dal clamore della modernità.
Il suo vero “cuore”, oltre alle due province di Potenza e Matera, sono i borghi dell’appennino lucano, ombreggiati da boschi e foreste, in cui la fa da padrone il gusto della vita genuina e dei sapori della tradizione, insieme ad un substrato storico e culturale poco noto al grande pubblico.
I suoi laghi, a cominciare da quelli di Monticchio, offrono scorci delicati di estrema bellezza. Le loro acque ricoprono i crateri vulcanici ormai spenti del Monte Vulture, nascosti da una fitta e lussureggiante vegetazione.
Il suo litorale presenta due facce distinte. La costa ionica, a cominciare dalle famose mete turistiche, Metaponto e Policoro, alterna sabbia finissima a ciottoli levigati dalle onde, con pinete ed eucalipti a proteggerle dalla strada. Sul versante tirrenico, invece, il Golfo di Policastro offre ai visitatori una parete rocciosa alta e frastagliata, con promontori a picco sul mare inframezzati da calette accarezzate da un mare cristallino.
Visitare la Basilicata è impossibile senza perdersi nelle sue testimonianze magnogreche e nei suoi castelli medievali, nelle sue aree protette e nell'imperdibile fascino dei suoi sassi.

Matera

Seconda provincia a livello di densità abitanti e la più grande a livello di estensione della Basilicata, stiamo parlando della bellissima e conosciutissima provincia di Matera, un vero gioiello del nostro patrimonio turistico italiano.
Anticamente riconosciuta come “Città dei Sassi” e “Città Sotterrata” per gli storici Sassi, uno dei nuclei abitativi più antichi del mondo.
Proprio i Sassi di Matera sono stati riconosciuti nel 1993 come Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Tra le bellezze di Matera si deve assolutamente nominare anche il Parco della Murgia Materana, o Parco Regionale Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri, un incanto da vedere almeno una volta.
I confini della provincia di Matera vedono a est il Mar Ionio, ad ovest Potenza, a sud la regione Calabria e a nord la regione Puglia.
31 sono i comuni che appartengono alla provincia, ognuna con le proprie caratteristiche e i propri folclori che vedono le prelibatezze culinarie uno dei prodotti più richiesti anche all’estero.
Un clima prevalentemente caldo d’estate e mite d’inverno. A Matera, infatti, è possibile avere una temperatura non particolarmente fredda durante l’inverno, scendere al di sotto dello zero è raro, ed una assolutamente ottimale nel periodo estivo, quando il sole e la bellezza della terra circostante rendono ma provincia una meta ambita da numerosi turisti.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 1

Cosa puoi vedere