Parco Regionale Gallipoli Cognato

ll Parco, che ha un'estensione di 27.027 ettari, protegge un'ampia area posta al centro del territorio regionale che presenta importanti valori naturalistici, storici ed etno-antropologici: la foresta di Gallipoli Cognato estesa per oltre 4.200 ettari; il bosco di Montepiano formato da imponenti esemplari di cerro, macchia mediterranea con residui nuclei di leccio, rocce di arenaria, che formano i bizzarri profili delle Dolomiti Lucane di Castelmezzano e Pietrapertosa, resti della fortificazione della città lucana edificata nel IV sec. a.C. sulla sommità del Monte Croccia.

Introduzione

Il Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane è un'area protetta che sorge in Basilicata, tra i Comuni di Pietrapertosa, Castelmezzano, Accettura, Calciano e Oliveto Lucano, in provincia di Potenza.
Si estende per 27 mila ettari, in un territorio ricco di peculiarità naturalistiche, geologiche, storiche ed etno-antropologiche uniche. Dalla foresta di Gallipoli Cognato al bosco di Montepiano, passando per le bizzarre rocce di arenaria ribattezzate Dolomiti murgiche di Castelmezzano e Pietrapertosa, dove si possono ancora ammirare resti di fortificazioni risalenti al IV sec. a.C, il parco offre scorci incontaminati dove la natura dialoga da millenni con l'uomo.
La vegetazione è rigogliosa e comprende molte specie arboree e del sottobosco, inclusi parecchi alberi secolari di cerro dalle dimensioni maestose, il carpino bianco, gli aceri, il frassino, il leccio, il castagno, l'olmo e l'agrifoglio, molto utilizzato durante la festa popolare del Maggio. Non manca poi la macchia mediterranea, con colorati cespugli di ginestra.
Sul fronte della fauna, Invece, in queste aree si possono incontrare il cinghiale, il lupo, la volpe, il tasso, l’istrice e, raramente, il gatto selvatico, insieme agli ancora più rari tritoni Italici e salamandrine dagli occhiali.

Basilicata

Confinante con Puglia, Campania e Calabria e bagnata da due mari, lo Ionio e il Tirreno, la Basilicata è una regione dell'Italia meridionale baciata dal silenzio e dalle bellezze di una natura aspra e incontaminata, dalla spiccata biodiversità, che sembra trasportarci in un’altra epoca, lontani dal clamore della modernità.
Il suo vero “cuore”, oltre alle due province di Potenza e Matera, sono i borghi dell’appennino lucano, ombreggiati da boschi e foreste, in cui la fa da padrone il gusto della vita genuina e dei sapori della tradizione, insieme ad un substrato storico e culturale poco noto al grande pubblico.
I suoi laghi, a cominciare da quelli di Monticchio, offrono scorci delicati di estrema bellezza. Le loro acque ricoprono i crateri vulcanici ormai spenti del Monte Vulture, protetti da una fitta e lussureggiante vegetazione.
Il suo litorale presenta due facce distinte. La costa ionica, a cominciare dalle famose mete turistiche, Metaponto e Policoro, alterna sabbia finissima a ciottoli levigati dalle onde, con pinete ed eucalipti a proteggerle dalla strada. Sul versante tirrenico, invece, il Golfo di Policastro si presenta ai turisti come una parete rocciosa alta e frastagliata, con promontori a picco sul mare inframezzati da calette accarezzate da un mare cristallino.
Visitare la Basilicata è impossibile senza perdersi nelle sue testimonianze magnogreche e nei suoi castelli medievali, nelle sue aree protette e nell'imperdibile attrattiva dei suoi sassi.

Potenza

Dall’aspra montagna alle aree verdi, dalle valli alle aree boschive: il paesaggio della provincia lucana di Potenza presenta una estrema varietà di ambienti e risponde per questo alle diverse esigenze turistiche.
Il capoluogo della provincia, che è anche capoluogo della regione Basilicata, è Potenza, una città situata in altura e suddivisa in due zone: la zona alta, che include l’antico centro storico, e la zona bassa, dove si trova la città moderna. Al suo interno è possibile godersi una rilassante passeggiata fra i vicoletti, visitare le numerose chiese, le piazze, i palazzi d’epoca e i vari parchi.
Potenza, insieme ai comuni della sua provincia, costituisce un’area particolarmente rigogliosa dal punto di vista naturalistico: vi si trovano zone montuose, come quelle delle caratteristiche Dolomiti Lucane, aree protette, come il grande Parco nazionale del Pollino, condiviso con la regione Calabria, pittoreschi specchi d’acqua, come i laghi di Monticchio, e la spiaggia di Maratea, unico sbocco sul mare della provincia. In particolare, il comune di Maratea, con la sua caratteristica spiaggia di sabbia nera, rappresenta una località balneare di spicco, premiata anche come Bandiera Blu 2014.

Matera

Seconda provincia a livello di densità abitanti e la più grande a livello di estensione della Basilicata, stiamo parlando della bellissima e conosciutissima provincia di Matera, un vero gioiello del nostro patrimonio turistico italiano.
Storicamente è riconosciuta come “Città dei Sassi” e “Città Sotterrata” per gli storici Sassi, uno dei nuclei abitativi più antichi del mondo.
Per la loro assoluta unicità sono stati riconosciuti nel 1993 come Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Tra le bellezze di Matera si deve assolutamente nominare anche il Parco della Murgia Materana, o Parco Regionale Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri, una bellezza da vedere almeno una volta.
I confini della provincia di Matera vedono a est il Mar Ionio, ad ovest Potenza, a sud la regione Calabria e a nord la regione Puglia.
31 sono i comuni che appartengono alla provincia, ognuna con le proprie caratteristiche e le proprie tradizioni che vedono le prelibatezze culinarie uno dei prodotti più richiesti anche all’estero.
Un clima prevalentemente caldo d’estate e mite d’inverno. A Matera, infatti, è possibile avere una temperatura non freddissima durante l’inverno, scendere al di sotto dello zero è raro, ed una assolutamente ottimale nel periodo estivo, quando il sole e la bellezza della terra circostante rendono ma provincia una meta ambita da numerosi turisti.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...