Parco Regionale Gola Rossa e Frasassi

Il Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi, nato nel settembre 392997, é la più grande area protetta regionale delle Marche e comprende il complesso ipogeo delle Grotte di Frasassi. Un viaggio nel Parco è "un viaggio nel cuore delle Marche", alla scoperta dei tesori storico-artistici, celati da paesaggi ricchi di fascino ed armonia, immersi in una natura integra e rigogliosa.

Introduzione

Il Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi è la più grande area protetta regionale delle Marche.
Prende il suo nome dal complesso ipogeo delle Grotte di Frasassi che insieme alle omonime gole conferiscono un'impronta unica a un paesaggio che è stato modellato nel corso dei secoli da carsismo e sorgenti solfuree, creando dirupi rocciosi e un regno sotterraneo di ineguagliabile splendore: le meravigliose Grotte di Frasassi di Genga, nell'entroterra anconetano.
Il sito, incastonato nella complessa e irregolare orografia dell'Appennino umbro-marchigiano, tra due montagne tagliate a picco su una gola selvaggia dentro la quale scorre a fatica il Sentino. è un'area speleologica tra le più interessanti d'Europa, con un consistente sviluppo del fenomeno carsico e la presenza di una natura austera e incontaminata che mantiene intatti i segni di un passato millenario.
Le profondità della terra sono il regno indiscusso di decine di specie diverse di chirotteri. All'aria aperta, invece, ci si imbatte nella regina dei cieli: l'aquila reale, il vertice della catena alimentare costituita da mammiferi, uccelli, anfibi, pesci e crostacei, in cui spicca la presenza del lupo, dell'astore, del lanario e del falco pellegrino.?

Marche

Situate sul versante medio Adriatico, le Marche costituiscono un tesoro naturale di grande valore.

Il mare, le montagne ma soprattutto le colline rendono infatti questa Regione estremamente ricca paesaggisticamente.

In particolare la regione Marche è ricoperta da colline, che ricoprono quasi il 70% del territorio regionale e che accolgono i vari turisti all’interno di agriturismi e case coloniche molto caratteristiche.

Ma sebbene lo sfondo collinare caratterizzi gran parte della Regione, non mancano nelle Marche mete montuose e balneari. Dai monti Sibillini ai Monti della Laga, ideali per gli amanti del trekking e delle varie attività d’alta quota, ai litorali sabbiosi, che delimitano cittadine di grande importanza turistica quali Senigallia e Fano.

Immancabili, poi, per tutti coloro che si trovano a visitare le Marche, gli itinerari artistici e culturali fra le splendide città d’arte presenti nella Regione.
Come ad esempio Urbino, il cui centro storico appare come un quadro rinascimentale e rientra a pieno titolo fra i patrimoni dell’umanità Unesco, o ancora Ascoli Piceno, con le sue caratteristiche costruzioni in travertino.

E tra palazzi nobiliari di differente epoca, piccoli borghi e meraviglie naturali (una fra tutte le suggestive grotte di Frasassi), il variegato territorio marchigiano risponde certamente alle più svariate richieste dei turisti.

Ancona

La provincia di Ancona riunisce 47 Comuni marchigiani.
Affacciata a est sul mar Adriatico, confina a nord-ovest con la provincia di Pesaro e Urbino, a sud con la provincia di Macerata, a ovest con la provincia umbra di Perugia.
Sotto il profilo paesaggistico l'area provinciale si configura come uno spaccato dell'intera regione. Presenta, infatti, quasi in egual misura, una porzione montana, una collinare e una marina, attraversate da valli fluviali . L'unica, rilevante, eccezione, poco a sud del capoluogo Ancona, è costituita dal promontorio del Conero, un'area naturalistica salvaguardata da anni dall'omonimo parco.
Lungo la riviera che lo circonda, si possono scoprire alcune delle spiagge più belle della regione, come quelle di Portonovo, Mezzavalle e Senigallia, caratterizzate da coste rocciose a picco sul mare, piccole calette che si raggiungono solo a nuoto o in barca e da una campagna incontaminata e ricca di prodotti tipici, come la lavanda e il miele.
Accanto alle spiagge della riviera del Conero, altre mete frequentate dai turisti sono poi il santuario di Loreto e il centro storico di Ancora, una città antica, cresciuta nei secoli attorno al suo porto, fin dall'epoca romana al centro degli scambi commerciali per la sua posizione strategica nel mar Adriatico.

Macerata

Nella regione delle Marche abita la provincia di Macerata, terra di 325 896 abitanti ed una superficie di 2 779,34 km2.
Provincia più estesa della regione, è bagnata dal Mar Adriatico a est e a ovest confina con la regione dell’Umbria con la provincia di Perugia.
La particolarità di Macerata è che è l’unica provincia delle Marche che confina con altre tre provincie appartenenti alla regione stessa: Ancona (a nord), Ascoli Piceno (a sud ovest) e Fermo (a sud).
Tremila anni si storia si raccontano all’interno dei molteplici monumenti residenti a Macerata, centri storici, aree archeologiche, pitture… a Macerata la cultura si lega alla bellezza dei paesaggi che si possono scorgere nella visita di questa provincia dalle mille bellezze.
Mare e collina si fondono con diversi scenari naturali compisti anche da boschi e aree naturali, sempre pronti ad essere scoperti da tantissimi turisti in visita in questa magnifica terra.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...