Parco Regionale Monte San Bartolo

Punto di estrema importanza per la migrazione dell'avifauna e sito per lo svernamento di diverse specie di uccelli, dal punto di vista archeologico e storico, in rapporto alla sua piccola estensione, presenta una notevole ricchezza di elementi: dai ritrovamenti del neolitico nella zona di Monte Castellaro a quella archeologica di Colombarone sull'antica Via Flaminia, ai porti scomparsi di origine Greca di S. Marina e Vallugola, all'incantevole sistema delle ville e dei giardini rinascimentali.

Introduzione

Il Parco Naturale del Monte San Bartolo, nella regione delle Marche, è l'inizio del sistema collinare della costiera del centro Italia. Il Parco è molto prezioso per la migrazione degli animali nonché per lo svernamento di diverse specie di uccelli, per la storia e i reperti archeologici che vi si possono trovare. Tra questi ci sono i giardini rinascimentali che trovano dimora dentro al Parco, parte importante della flora del Parco.

Marche

Situate sul versante medio Adriatico, le Marche costituiscono un tesoro naturale di grande valore.

Il mare, le montagne ma soprattutto le colline rendono infatti questa Regione estremamente colma paesaggisticamente.

In particolare la regione Marche è ricoperta da colline, che ricoprono quasi il 70% del territorio regionale e che accolgono i vari turisti all’interno di agriturismi e case coloniche molto caratteristiche.

Ma sebbene lo sfondo collinare caratterizzi gran parte della Regione, non mancano nelle Marche mete montuose e balneari. Dai monti Sibillini ai Monti della Laga, ideali per gli amanti del trekking e delle varie attività d’alta quota, ai litorali sabbiosi, che delimitano cittadine di grande importanza turistica quali Senigallia e Fano.

Immancabili, poi, per tutti coloro che si trovano a visitare le Marche, gli itinerari artistici e culturali fra le stupende città d’arte presenti nella Regione.
Come ad esempio Urbino, il cui centro storico appare come un quadro rinascimentale e rientra a pieno titolo fra i patrimoni dell’umanità Unesco, o ancora Ascoli Piceno, con le sue caratteristiche costruzioni in travertino.

E tra palazzi nobiliari di differente epoca, piccoli borghi e meraviglie naturali (una fra tutte le suggestive grotte di Frasassi), il variegato territorio marchigiano risponde certamente alle più svariate necessità dei turisti.

Pesaro e Urbino

Dalla montagna dell’Appennino Umbro-Marchigiano alle spiagge di sabbia e ghiaia della riviera adriatica: il paesaggio della provincia di Pesaro e Urbino è estremamente variegato ed è per questo capace di rispondere alle svariate esigenze dei visitatori di ogni età.
Gli amanti della montagna e della natura potranno scegliere di dedicarsi ad attività d’alta quota fra i monti appenninici (tra cui quelli appartenenti al Gruppo del Catria), oppure potranno immergersi fra il verde dei parchi naturali del Monte San Bartolo e del Sasso Simone e Simoncello e nella Riserva naturale statale Gola del Furlo.
Dopo un salto nella natura selvaggia, si può optare per un giro fra i monumenti, i musei e i reperti archeologici disseminati fra i vari comuni della provincia: dalla rocca roveresca di Mondavio al castello di Gradara, fino a giungere nei due capoluoghi. A Pesaro si possono ammirare il centro storico rinascimentale, insieme ad edifici e monumenti di grande pregio, come il Palazzo Ducale e casa di Gioacchino Rossini, dichiarata monumento nazionale. A Urbino, invece, meravigliosa città d’arte, ci si può perdere fra i tesori artistici custoditi nel suo centro storico, annoverato fra i patrimoni dell’umanità UNESCO.
Ma all’interno della provincia di Pesaro e Urbino, accanto alla montagna, ai parchi, ai tesori d’arte e cultura, non mancano il mare e le suggestive spiagge, che caratterizzano le mete balneari del litorale adriatico, come Fano, la stessa Pesaro, Mondolfo e Gabicce Mare.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 5