Parco Regionale Monti Aurunci

Catena montuosa del Lazio meridionale, situata tra il corso del Liri-Garigliano, il Mar Tirreno e il contiguo massiccio dei Monti Ausoni. Il Parco interessa il territorio dei Comuni di Ausonia, Campodimele, Esperia, Fondi, Formia, Itri, Lenola, Pico, Pontecorvo, Spigno Saturnia, a cavallo tra le Province di Latina e Frosinone.

Introduzione

Area protetta del Lazio, il Parco Regionale Monti Aurunci conta una superficie di 19.374 ettari di terreno i quali accolgono i gli omonimi Monti che fungono da transizione tra gli Appennini centrali e quelli meridionali.
La flora caratterizzante il Parco è particolarmente ricca di esemplari, se ne contano ben 1.900 specie tra i quali alcuni sono di alto valore naturalistico.
Orchidee selvatiche, cerri, carpino, orniello, lecci, faggi gariga e macchia mediterranea vanno a completare la vasta distesa di vegetazione che ricopre il Parco.
Anche sotto l’aspetto della fauna, la zona offre esemplari vari e di interesse naturale come il coleottero, tritone italiano, rana greca, testuggini, salamandra dagli occhiali, biacco, vipera e biscia dal collare.
Non si dimenticano di nominare i cinghiali, istrici, tassi, volpi, moscardini, donnola, lepre selvatica, lupi, falchi, e corvi imperiali.

Lazio

Monumenti, siti archeologici, località balneari, laghi, castelli, basiliche di importanza planetaria: il Lazio è un vero e proprio scrigno di tesori artistici, culturali e paesaggistici.
La Regione, composta da cinque province, vede come capoluogo Roma eterna. È qui che ci si ritrova dinnanzi ad un inestimabile patrimonio turistico, con un numero praticamente infinito di punti di interesse da esplorare.
Piazze, monumenti, castelli, chiese, gallerie d’arte moderna e contemporanea, parchi immersi nel verde (uno fra tutti l’immensa Villa Borghese), numerosissimi musei, e tanto altro ancora: è proprio a Roma che, possiamo affermare con fermezza, è racchiusa la parte più famosa della storia del nostro Belpaese.
Ma chi si trova a visitare la Regione Lazio non subisce unicamente il fascino capitolino: ad assecondare le voglie dei vari turisti ci sono infatti numerose località e attrazioni, legate a varie epoche storiche. Fra queste meritano una menzione le terme – punto focale nella civiltà romana antica – presenti ad esempio nella cittadina di Fiuggi, ma anche le sontuose ville monumentali – molte risalenti al Rinascimento – come Villa D’Este, patrimonio dell’Unesco.
Non solo storia e cultura, la Regione Lazio offre ai turisti anche bellezze paesaggistiche di varia natura: ne sono esempio i vari laghi, tra cui quello di Bolsena e quello di Bracciano, come anche località balneari, quali Sperlonga e San Felice Circeo, e località montuose come il Terminillo.
E fra arte, storia, scenari naturali, shopping e relax, è bene infine non dimenticarsi di gustare un bel piatto di pasta alla carbonara!

Frosinone

La provincia di Frosinone include 91 Comuni laziali. Confina a nord con la provincia de L'Aquila, a est con quella di Isernia, a sud-est con quella di Caserta, a sud con la provincia di Latina e a ovest con la provincia di Roma.
Il territorio provinciale, universalmente noto come Ciociaria, con il suo clima mite offre itinerari turistici perfetti per ogni stagione dell'anno. Ideali per gli amanti del contatto con la natura, questi luoghi ospitano vallate e monti di alta quota, sede di numerose aree protette come i Parchi regionali Monti Simbruini e Monti Aurunci, il Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio Molise, la Riserva Regionale Lago di Canterno e quelle di Posta Fibreno e delle Antiche Città di Fregellae e Frabateria Nova e Lago di San Giovanni Incarico.
Ma anche gli amanti degli itinerari storici e architettonici avranno molto da vedere. In Ciociaria convivono borghi fortificati e monumenti di impareggiabile bellezza, basti pensare alle mura ciclopiche di Alatri e Arpino. Poi ancora, turismo termale, religioso, con eremi e santuari disseminati sul territorio provinciale, località sciistiche come Campo Staffi e Campo Catino, itinerari culinari, sagre e folklore. Insomma, una terra tutta da scoprire e assaporare.

Latina

Scorci paesaggistici di varia natura e pittoreschi borghi antichi caratterizzano la provincia laziale di Latina.
Con circa 570000 abitanti e un’ampiezza di 2.250 km², la provincia di Latina offre ai turisti diverse opportunità di svago e divertimento.
Il territorio presenta vari ambienti naturali: si passa dalle montagne, tra cui i Monti Lepini e i monti Ausoni, alle aree pianeggianti, come l’estesa pianura dell’Agro Pontino, in cui si alternano aree selvatiche e ambienti agricoli.
Tra le bellezze naturali di questo territorio rientrano poi i corsi d’acqua, fra cui il Garigliano, i laghi, come quello di Fogliano, le aree protette, come il parco nazionale del Circeo, e le zone costiere, frequentante dai visitatori nel periodo estivo.
Ed è proprio dalle località balneari che il turismo della provincia di Latina trae particolare beneficio: cittadine come Sabaudia, Sperlonga, Gaeta, Terracina ma anche le isole Ponziane (Ponza, Ventotene, Santo Stefano, Gavi, Zannone, Palmarola), a largo del Golfo di Gaeta, costituiscono infatti delle mete privilegiate dai turisti nei mesi più caldi.
E accanto ai tesori naturalistici, la provincia di Latina offre ai visitatori la possibilità di ammirare opere d’arte di varie epoche, di immergersi fra borghi medievali di grande fascino e di gustare le prelibatezze della cucina locale.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 2 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 2 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 2 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 17