Parco Regionale Partenio

Il verde continuo dei boschi su ogni altopiano, gli splendidi panorami che si godono dalle vette di Montevergine, del Vallatrone, di Toppola grande e Ciesco Alto sul Golfo di Napoli, sulla città di Avellino, sulla Pianura Nolana, incantano il turista che visita il Partenio.

Introduzione

La zona del Parco Regionale del Partenio è una superficie protetta della Campania che riveste 16.650 ha di terreno.
La ricchezza della fauna che risiede nel Parco vede 12 specie di anfibi, rettili, uccelli, mammiferi che vivono a stretto contatto con la flora del territorio, che vede tra i suoi esemplari il leccio, fico, cerro, prugnolo, orniello, giglio rosso e tantissime altre diversità di piante.
Tra i fiori si ricorda l'Anthemis del Partenio, emblema del Parco.

Campania

Situata nell’Italia meridionale e bagnata dal mar Tirreno, la Campania è una regione assolutamente affascinante per la sua varietà paesaggistica e per le numerose attrazioni artistiche e culturali.
Dominata dalla presenza del vulcano, la regione Campania vanta un caleidoscopio di luoghi, colori e scenari naturali ma anche di tradizioni popolari, feste e sagre.
Allegra e vivace, si compone di cinque province: Caserta, Avellino, Benevento, Salerno e infine Napoli, che oltre ad essere il capoluogo è anche il terzo comune italiano per popolazione. Qui, tra monumenti famosi in tutto il mondo, come il Maschio Angioino e Piazza Plebiscito, luoghi religiosi, siti archeologici, mercati tipici e bontà culinarie (dobbiamo ricordarvi la pizza), si respira in pieno l’atmosfera scherzosa che caratterizza questa Regione.
Rinomata in tutta la penisola per il clima mite e per le sue località marine. Capri, Ischia, Procida e l’intera costiera amalfitana sono i più noti fra i centri turistici balneari della Campania, e attirano ogni anno un immenso numero di turisti da tutto il mondo.
Mare e sole, dunque, ma anche storia: la regione Campania è infatti al centro dell’interesse turistico non soltanto per i suoi suggestivi scorci paesaggistici, ma anche per via dei siti archeologici, come quelli di Paestum, Ercolano e Pompei.
Zone ricche di cultura che, insieme allo splendore paesaggistico, rendono la Campania una meta turistica dal valore inestimabile.

Caserta

In terra campana sorge una delle province più conosciute della regione: Caserta.
Con i suoi 923.000 e più abitanti, confina a nord con il Molise, a nord ovest con il Lazio e ad est con la provincia di Benevento, mentre a sud trova la provincia di Napoli. Caserta lascia, invece, bagnare le sue terre dal Mar Tirreno nel versante sud-ovest.
Il territorio casertano, a nord, è composto dal massiccio montuoso del Matese che va a formare a sua volta gli Appennini.
Montagne di elevata altezza e diverse forma di pianure formano la zona montuosa del nord della provincia di Caserta, lasciando spazio nella zona centro-settentrionale a massicci preappenninici.
In questa zona scorre il fiume Volturno, rilevante per la provincia.
A Caserta la tradizione si sposa con la cultura; è possibile trascorrere giornate all’insegna di visite a bellezze del territorio come la rinomata e bellissima Reggia di Caserta, un palazzo fatto costruire dai Borbone nel 1752, proclamata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
La Reggia, o Palazzo Reale di Caserta, fu inaugurata nel 1780 ed è, ancora oggi, la residenza più grande del mondo con i suoi oltre 2 milioni di m3 ed una superficie di 47.000 m2.
Le bellezze di Caserta comprende anche quella dei suoi 104 comuni, di cui Aversa, Maddaloni, Marcianise sono solo alcuni tra quelli maggiormente popolati.

Avellino

La provincia di Avellino include118 Comuni campani, che ricadono per lo più nella regione storico-geografica dell'Irpinia, colpita da un devastante terremoto nel 1980.
Confina a nord-ovest con la provincia di Benevento, a nord-est con la provincia pugliese di Foggia, a sud-est con la provincia lucana di Potenza, a sud con la provincia di Salerno, a ovest con la provincia di Napoli.
Per la sua storia e per la sua varietà paesaggistica è una zona a forte vocazione turistica, ancora poco valorizzata dai grandi flussi turistici, pur possedendo borghi e attrezzature tali da permettere ai visitatori una fruizione destagionalizzata. In particolare, sono quattro gli itinerari turistici possibili nel territorio provinciale: quello culturale, quello religioso, quello naturalistico e quello eno-gastronomico.
L’Irpinia conserva considerevoli reperti archeologici, anfiteatri e borghi che parlano di una storia millenaria che comincia dall’età neolitica e, attraverso la dominazione romana, giunge al Medioevo. Inoltre, non mancano castelli, torri, antiche fortezze longobarde e normanne, trasformate in dimore eleganti e maestose da principi e feudatari. Un esempio? Il Castello Lancellotti di Lauro, risalente al X secolo, una delle più suggestive e visitate residenze d’epoca in Campania.
Sul fronte della fede, poi, il territorio irpino è ricco di santuari medievali, chiese, monasteri e chiostri incastonati in incantevoli scenari naturalistici, immersi nel verde dei Parchi Regionali del Partenio e dei Monti Picentini e delle Oasi WWF che proteggono la cosiddetta “terra del lupo”.

Benevento

La provincia di Benevento è situata in Campania e conta circa 184000 abitanti. La sua è una morfologia territoriale estremamente singolare: la provincia, infatti, si estende su una grande conca circondata da colline, valli e monti. In particolare, nel lato occidentale della conca si erge il massiccio del Taburno Camposauro.
Ed è proprio la presenza di questo massiccio a rappresentare uno degli aspetti più suggestivi e caratteristici dal punto di vista paesaggistico. Osservando dalla città di Benevento le vette di questo monte sembra quasi di trovarsi dinnanzi alla sagoma di una donna distesa; per questo motivo il monte è chiamato anche la “Dormiente del Sannio”.
Oltre ad offrire un incantevole scorcio naturale, la Dormiente del Sannio è nota anche per essere una meta privilegiata per amanti di trekking¸ che hanno la possibilità di avventurarsi nella natura selvaggia del parco Taburno Camposauro e delle altre cime appartenenti all’Appennino Campano.
Chi si trova visitare la provincia di Benevento può poi esplorare le varie bellezze artistiche e architettoniche, come ad esempio la cattedrale di Santa Maria de Episcopio, ovvero il duomo di Benevento, ma anche diverse cittadine di interesse turistico come Telese Terme, meta per vacanza all’insegna della salute e del benessere, o Pietralcina, dove si può visitare la casa natale di Padre Pio.

Napoli

“Vedi Napoli e poi muori”, si dice. Ma questa provincia della Campania è talmente bella che il massimo che puoi fare dopo averla vista è tornarci.
Provincia classificata come una delle più grandi aree metropolitane europee, Napoli conta oltre 3 milioni di abitanti su una superficie di 1.171 km² comprendente 92 comuni.
Napoli è raffigurata in tutto il mondo per la bellezza dei paesaggi che è possibile osservare, primo tra tutti la vista dell’imponente Vesuvio, il vulcano che sembra apparire come per magia ovunque poggi lo sguardo.
Napoli confina a nord con le province di Caserta e Benevento, a est con Avellino, a sud con Salerno ed è affacciata a ovest sul Mar Tirreno.
È possibile elencare tutte le bellezze di questa Provincia in un solo testo? Probabilmente no perché troppo numerose.
Le più note sono senza dubbio la maestosa Piazza del Plebiscito, gli Scavi archeologici di Pompei (meta anche di studi), il Duomo di Napoli, Reggia di Capodimonte, Ville Vesuviane, Capri, Procida, Sorrento, Castel Sant’Elmo e, certamente, il Vesuvio.
Le bellezze che circondano la provincia di Napoli e i suoi comuni sono vastissime, da quelle naturali racchiuse dei Parchi a quelle culturali che sono detenute nei numerosi monumenti che si possono ammirare in giro per la città.
Il calore della gente e il sorriso fanno da contorno ad una vera e proprio “città delle bellezze”.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...