Parco Regionale Sciliar - Catinaccio

Parco Naturale dello Sciliar

Introduzione

Il Parco Regionale Sciliar – Catinaccio (Naturpark Schlern-Rosengarten) sorge sulle Dolomiti altoatesine occidentali, in provincia di Bolzano, nell'area nota come Südtirol.
Il suo nome deriva dai due massicci più alti dell'area protetta: Lo Sciliar e il Catinaccio, che è stato aggiunto al parco nel 2003, ampliandone ulteriormente i confini. In particolare lo Sciliar, con le sue due vette, Punta Santner e Punta Euringer, per il suo profilo unico è una delle montagne più note di tutto l'Alto Adige, una vera e propria cartolina in pietra che non aspetta altro che di essere abbracciato con lo sguardo dai turisti.

Sotto il profilo naturalistico, il Parco racchiude una varietà di flora e fauna considerevole, che ha trovato in questi luoghi condizioni micro climatiche ideali. Dai tipici boschi di conifere dei versanti montani al pino silvestre che circonda il laghetto di Fiè, dal croco al rododendro, dalle coloratissime orecchia d’orso (primule giallo oro) all'aquilegia di Einsele.
Per non parlare, poi, delle specie animali che è possibile incontrare: dal crociere (uccellino poco più grande di un passero, dai colori vivaci e differenti tra maschi e femmine) a un altro uccello particolarmente interessante, la cincia bigia alpestre, dai camosci all'aquila reale, dai corvi imperiali ai gracchi alpini.
Inoltre, gli amanti di strutture storiche scopriranno all'ingresso della Val Ciamin, presso l’antica segheria Steger Säge, un raro esempio di segheria di origine veneziana azionata da un mulino ad acqua.

Trentino-Alto Adige

Il posto giusto per conoscere pace, bellezza e storia. Il Trentino Alto Adige fa parte della macro-area del Triveneto; avente capoluogo Trento è una delle regioni italiane con minor densità di popolazione toccando appena 1.048.504 abitanti.
Regione ricca di monti e alture, il Trentino Alto Adige è meta ambita per gli amanti della montagna.
Ideale in ogni stagione per la vasta gamma di attività che le strutture ricettive offrono ai turisti, questa regione è ricca di fauna e flora di ogni genere.
Alpi retiche, Prealpi e Dolomiti sono fantastiche cartoline possibili in questa regione, talmente maestose e belle da lasciare senza fiato chiunque le guardi.
Numerose sono anche le valli e i passi che si possono incontrare in Trentino Alto Adige, come la Val Venosta, Val Pusteria, Val d’Adige, il Passo del Brennero, Passo Gardena, Passo dello Stelvio…
Bellezze naturali nascoste in ogni angolo di questa regione che sembra una piccola scultura plasmata a mani nude dal più bravo degli artisti, una vera perla capace di attrarre migliaia di turisti ogni anno.
Laghi e aree protette vanno a completare i luoghi incantati di queste zone.
Lago di Levico, di Molveno, Lago di Carezza, Parco Nazionale dello Stelvio, Parco Nazionale Dolomiti di Sesto, Parco Naturale Monte Corno sono solo alcuni dei tantissimi parchi e laghi che si possono visitare in Trentino Alto Adige.
Bellezze naturali che incontrano bellezze monumentali come i castelli che trovano dimora in questo territorio, sono le attrazioni che catturano l’attenzione di ogni turista e che fanno del Trentino una delle regioni più apprezzate d’Italia.

Bolzano

Con oltre 500000 abitanti e una superficie di circa 7400 kmq, la provincia autonoma di Bolzano è la più settentrionale, oltre che la più estesa, provincia d’Italia.
Particolarmente variegato dal punto di vista paesaggistico, il territorio altoatesino è uno dei luoghi più apprezzati per il turismo di montagna. Sono moltissimi, infatti, i visitatori italiani e stranieri che si ritrovano nell’area del Sud Tirol, in tutte le stagioni dell’anno, per godere delle meraviglie naturali presenti al suo interno.
Dalle valli ai monti, dalle aree protette ai borghi caratteristici, sono tante le opportunità offerte ai turisti per delle vacanze all’insegna del relax e del divertimento. Oltre alle maestose cime montuose, fra cui la più elevata è quella dell’Ortles (3905 metri), nella provincia di Bolzano si trovano numerose valli, come la valle Aurina, fiumi, suggestivi laghetti, parchi ma anche grotte, gole e altre caratteristiche formazioni naturali come il canyon di Bletterbach e le meravigliose piramidi di terra.
Insieme al ricco patrimonio naturalistico, all’interno della provincia di Bolzano c’è la possibilità di ammirare antiche e imponenti costruzioni, come castelli e fortezze, oltre che numerose chiese, appartenenti a varie epoche.
I visitatori possono dunque immergersi tra gli splendidi scenari naturali, le bellezze artistiche, la buona cucina e l’atmosfera fiabesca che regna in questo territorio, specie nel periodo dei mercatini di Natale.

Trento

La provincia autonoma di Trento abbraccia 217 Comuni del Trentino. Confina a nord con la provincia autonoma di Bolzano, a sud e a est con le province venete di Belluno, Vicenza e Verona, e a ovest con le province lombarde di Brescia e Sondrio.
Visitare la provincia di Trento significa fare un tuffo nell'atmosfera dell'alta montagna. La meta turistica più mondana dell'area è Madonna di Campiglio, piccolo centro adagiato a 1.550 metri tra le Dolomiti di Brenta e le nevi perenni del Gruppo dell'Adamello e del Gruppo della Presanella, antica sede di un ospizio medievale. Non è da meno per bellezza San Martino di Castrozza, nel Trentino orientale, attorniato dai prati un tempo di proprietà dell' antico monastero di San Martino e Giuliano. È qui che si possono ammirare!osservare da vicino le vette del più esteso fra i gruppi dolomitici: le Pale di San Martino. Non a caso, la cittadina è considerata da molti la più bella delle Dolomiti. Sempre nella Valle di Primiero è possibile scoprire un altro borgo storico ricco di fascino ai piedi del massiccio delle Pale, Fiera di Primiero
In queste vallate, in particolare in Val di Fiemme, in Val di Sole e in Val di Fassa, si organizzano periodicamente gare di slalom e mondiali di sci alpino e nordico. La neve e le piste attrezzate non mancano e l'incanto della natura non aggiunge che ulteriore magia a queste montagne su cui si ergono alcuni fra i più rilevanti gruppi delle Dolomiti, come Marmolada, Sella e Catinaccio.

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Punti di interesse: 0

Cosa puoi vedere