Provincia di Ragusa

Introduzione

Un clima quasi sempre mite, un mare limpido, delle spiagge da sogno e un trionfo di architettura barocca: la provincia di Ragusa è così, un vero e proprio mix di meraviglie, paesaggistiche e artistiche, tutto da scoprire.
Situata nell’estremo sud della Sicilia, la provincia di Ragusa è costituita da dodici comuni: Ragusa, Acate, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Giarratana, Ispica, Modica, Monterosso Almo, Pozzallo, Santa Croce Camerina, Scicli e Vittoria. Tre di questi, ovvero Ragusa, Modica e Scicli sono inseriti, per via del tripudio di opere legate al barocco siciliano, fra i siti patrimonio dell’umanità UNESCO.
Dal punto di vista turistico, la provincia di Ragusa offre una miriade di opportunità, non prettamente legate al turismo balneare. Ci si può prima di tutto ”smarrire” nel barocco del capoluogo, per ammirare opere di estremo fascino come il Duomo di San Giorgio, la chiesa di Santa Maria dell’Itria, le mura bizantine, le porte della città antica, o ancora ville e palazzi d’epoca fra cui il famosi Castello di Donnafugata, per respirare l’atmosfera del Gattopardo di Tomasi di Lampedusa o del commissario Montalbano.
Una volta visitata Ragusa, ci si può addentrare verso uno dei caratteristici centri della provincia: a Modica, ad esempio, per visitare le sue architetture barocche e per gustare le prelibatezze della gastronomia locale (una fra tutte la famosa cioccolata), o a Scicli, una sorta di città presepe, o ancora a Santa Croce Camerina, magari nella nota fraziona marinare di Punta Secca.
Ma oltre a Punta Secca, sono tante le spiagge della zona - caratterizzate da distese di sabbia dorata, alternate a piccole falesie – prese di mira ogni anno da numerosi turisti: fra queste, la spiaggia di Scoglitti, la spiaggi di Sampieri, la spiaggia di Donnalucata e quella di Randello.

Sicilia

Terra di mare, di sole, di colori sgargianti e di sapori forti, la Sicilia è una Regione ricca di incanto e suggestione.
Partendo dalle grandi città, come Palermo (capoluogo di Regione) e Catania, e giungendo sino ai piccoli borghi di pescatori, la Sicilia offre un prezioso patrimonio: artistico, paesaggistico, storico, culturale ed enogastronomico.
E sono tantissimi infatti gli itinerari a disposizione dei turisti che scelgono di avventurarsi nel territorio siculo: percorsi legati all’arte e all’antichità, fra i teatri e i resti archeologici, percorsi dedicati agli amanti del mare, fra spiagge incontaminate e acque cristalline, o ancora percorsi culinari, fra pesce, granite, vini, dolci e cibo di strada.
Così, chi si trova in Sicilia può dedicarsi a visite culturali fra punti di interesse di grande importanza, come la sontuosa Cattedrale Santa Vergine Maria Assunta di Palermo, il Teatro greco di Siracusa (dove assistere alla rappresentazione delle tragedie greche ci riporta indietro di secoli), gli ori della Cappella Palatina, il Teatro Antico di Taormina o la Valle dei Templi di Agrigento.
Ma può anche ammirare tesori paesaggistici, come la Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e il Parco dell’Etna, oppure immergersi nel meraviglioso mare delle Egadi o di altre celebri località balneari come Marina di Ragusa e San Vito Lo Capo.
Una ricchezza artistica e paesaggistica che non lascia i visitatori di certo indifferenti. In effetti, tutte le nove province siciliane sono a tutti gli effetti un tesoro da scoprire.

 

 

Infrastrutture

 

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 2 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 2 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 2 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...