Provincia di Siracusa

Introduzione

Il territorio della Provincia siracusana è oggi un punto di forte interesse turistico legato alla straordinaria valenza archeologica e artistica dell’area. Terra dalla storia millenaria, oggetto di conquiste e imperi disparati, la provincia consta di oltre 400.000 abitanti divisi in 21 comuni - più d’uno in crescente interesse come meta di viaggio.

Siracusa, l’antica Sykara, fu fondata nell’ottavo secolo a.c. dai Corinzi, e da quei giorni per lunghi secoli ha attraversato una storia tumultuosa e unica.
Con i greci divenne capitale del primo impero del Mediterraneo occidentale, tra le maggiore delle metropoli del mondo classico. Conquistata dai Romani fu capitale della provincia di Sicilia. Fu la prima città siciliana ad accogliere il cristianesimo nel primo secolo. Per l’arco dei secoli che seguirono fu terra di conquista dei Goti, dai Bizantini, dagli Arabi e dai Normanni, dai Genovesi, dagli Svevi e dagli Aragonesi.
È facile immaginare la presenza di circa venti siti archeologici nell’area della provincia, oltre alle tre maestose necropoli di Pantalica, Cassibile e Cava del Rivettazzo). Siracusa e i suoi comuni di Noto e Palazzolo Acrelide sono divenuti patrimoni dell’umanità UNESCO.
Siracusa è la provincia siciliana con il più alto numero di aree protette. La sua costa è di aspetto tortuoso, ricca di svariate insenature, penisole e molteplici isolotti. Tra queste l’Isola delle Palme con i suoi oltre 30.000 abitanti è la settima isola più popolosa d’Italia.

Sicilia

Terra di mare, di sole, di colori sgargianti e di sapori forti, la Sicilia è una Regione ricca di incanto e suggestione.
Partendo dalle grandi città, come Palermo (capoluogo di Regione) e Catania, e giungendo sino ai piccoli borghi di pescatori, la Sicilia nasconde un prezioso patrimonio: artistico, paesaggistico, storico, culturale ed enogastronomico.
Innumerevoli e diversificati gli itinerari a disposizione dei turisti che scelgono di avventurarsi nel territorio siculo: percorsi legati all’arte e all’antichità, fra i teatri e i resti archeologici, percorsi dedicati agli amanti del mare, fra spiagge incontaminate e acque cristalline, o ancora percorsi culinari, fra pesce, granite, vini, dolci e cibo di strada.
Così, chi si trova in Sicilia può dedicarsi a visite culturali fra punti di interesse di grande importanza, come la sontuosa Cattedrale Santa Vergine Maria Assunta di Palermo, il Teatro greco di Siracusa (dove ogni anno si mettono in scena le tragedie greche), gli ori della Cappella Palatina, il Teatro Antico di Taormina o la Valle dei Templi di Agrigento.
Ma può anche ammirare tesori paesaggistici, come la Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e il Parco dell’Etna, infine immergersi nel meraviglioso mare delle Egadi o di altre celebri località balneari come Marina di Ragusa e San Vito Lo Capo.
Una ricchezza artistica e paesaggistica che non lascia i visitatori di certo indifferenti. In effetti, tutte le nove province siciliane sono a tutti gli effetti un tesoro da scoprire.

 

Territorio

 

Infrastrutture

 

Menu

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 2 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 2 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 2 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...