Trekking: salita al Gran cratere di Vulcano (Isole Eolie)

Caratterizzata da distese di sabbia nera, fanghi termali e paesaggi d’incanto, l’isola di Vulcano è una delle “perle del Mediterraneo”, la meta perfetta per un soggiorno all’insegna del relax e del divertimento, in particolare nei mesi più caldi.
Ma Vulcano non è solo una destinazione balneare. Forse non tutti sanno, infatti, che all’interno di questa splendida isola i visitatori più dinamici possono dedicarsi ad attività come il trekking. Nello specifico, possono cimentarsi per qualche ora – necessariamente guidati da operatori esperti – nella scalata del cratere.
Il nostro itinerario è destinato proprio ai viaggiatori più sportivi che, fra un tuffo al mare e un bagno nella pozza dei fanghi, hanno intenzione di vivere l’esperienza del trekking sul cratere.

Programma della giornata

L’orario che sceglierete per affrontare l’escursione dipende molto dal periodo dell’anno in cui vi troverete a Vulcano. In estate, infatti, le temperature sono abbastanza elevate, per questo motivo la scalata può risultare eccessivamente faticosa in orari caldi. Se vi trovate a Vulcano nei mesi più caldi, è consigliabile effettuare la scalata nel tardo pomeriggio.
Potete impegnare la mattinata, rilassandovi fra le splendide spiagge di sabbia nera dell’isola, come la spiaggia dell’Asino o quella del Gelso, o concedendovi un bel bagno terapeutico nella pozza dei caldi fanghi o fra le acque (riscaldate dal gas sulfurei) della caratteristica spiaggia delle Fumarole.
Prima di partire per la scalata, munitevi dell’attrezzatura giusta. Vi serviranno: scarpe da trekking (in alternativa da ginnastica), un cappello, della crema solare (specie se avete una carnagione chiara), 1 litro di acqua, dei fazzoletti.
Il percorso è semplice, e per questo è destinato a tutti i visitatori, non soltanto agli escursionisti esperti. La durata complessiva è di circa 2 ore e 30.
Partendo dal Porto di Levante, si prosegue a piedi per pochi minuti, in direzione Piano, fino a raggiungere il punto in cui comincia la scalata. Da qui, insieme ad una delle guide, iniziate la vostra escursione, attraversando un percorso dal fondo sabbioso, in cui spiccano per contrasto delle rigogliose ginestre. La scalata va avanti, e il fondo sabbioso lascia spazio ai tufi argillacei e rossicci. Man mano che aumenta l’altezza, il panorama si fa sempre più suggestivo.
Ma oltre ad ammirare il meraviglioso panorama, camminando lungo la scalata al cratere ci si ritrova all’interno di un paesaggio aspro, quasi surreale, fra i tufi cineritici, il nero dell’ossidiana, le “bombe vulcaniche”, i cristalli gialli di zolfo e le fumarole (i fazzoletti servono a proteggersi dai gas sulfurei, a meno che la guida non ritenga opportuno fare indossare una maschera), che costituiscono l’unica testimonianza visibile dell’attività vulcanica, dopo l’ultima eruzione, avvenuta nel 1888 – 1890.
Al termine della salita si giunge al Gran Cratere della fossa, una ampia depressione dal diametro di circa 500 metri che richiama un’ambientazione lunare. Qui, ad un’altezza di 391 metri, il panorama lascia davvero senza fiato: lo sguardo abbraccia l’intero arcipelago eoliano (Lipari, Panarea, Salina, Stromboli, Alicudi e Filicudi).

Dopo aver goduto di questa splendida veduta, si può ripartire per la discesa del cratere.

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Itinerari Preferiti

Venezia, tra arte, teatro e cultura

La città di Venezia da sempre ha puntato anche e soprattutto sull'offerta culturale e artistica per...

Sardegna, immersioni indimenticabili

L’ambiente sottomarino della Sardegna è uno dei paradisi del Mediterraneo. Le coste dell’Isola...

Dolce vita romana: un itinerario romantico nella capitale

Meraviglie architettoniche, tesori artistici dal valore inestimabile, eventi culturali di...

Tour in auto fra le bellezze del Salento

Fra i luoghi più suggestivi di tutto lo Stivale rientra a pieno titolo tutta l’area del Salento. Un...