Venezia, tra arte, teatro e cultura

La città di Venezia da sempre ha puntato anche e soprattutto sull'offerta culturale e artistica per “coccolare” i turisti che ogni anno scelgono di trascorrere qualche giorno nella Serenissima. Un itinerario turistico-culturale nella città lagunare può offrire tanto, in ogni periodo dell’anno, con mostre prestigiose, musei e gallerie d'arte di alta qualità, un teatro tra i più belli del mondo e una carrellata di eventi che coniugano cultura, tradizione e spettacolo come il Carnevale di Venezia, la Biennale e il Festival del Cinema.

  • Giorno 1

    Teatro “La Fenice”
    Visitare o assistere a un'opera lirica o a uno spettacolo al Teatro “La Fenice”, nel Sestiere di San Marco in campo San Fantin, è senz'altro un privilegio. È uno dei teatri più belli, acusticamente perfetti e storicamente importanti del mondo. Fondato nel 1792, è stato nell’Ottocento un centro indiscusso della vita operistica, musicale e culturale italiana ed europea, sede di numerose prime assolute di opere di Rossini, Bellini, Donizetti e Verdi. Anche nell’ultimo secolo grande è stata l’attenzione alla produzione contemporanea, con numerose prime mondiali, ma nel 1996 un devastante incendio doloso ha messo a rischio questo inestimabile patrimonio architettonico e artistico. Grande è stata l'indignazione prima e la mobilitazione poi per recuperare questo gioiello che nel dicembre 2003, dopo un restauro accurato, ha riaperto i battenti al grande pubblico proveniente da tutto il mondo.
    Oggi il Teatro “La Fenice” è il principale teatro lirico di Venezia. Ospita oltre cento recite d’opera all’anno, una stagione sinfonica affidata a direttori di livello internazionale, spettacoli di balletto e concerti di musica da camera, oltre a numerosi eventi inseriti nel cartellone del Carnevale di Venezia.

    Palazzo Ducale e Musei
    Luogo-simbolo di Venezia, affacciato su Piazza San Marco, è una dimora monumentale che custodisce opere di Tiziano, una ricca collezione museale ed esposizioni temporanee distribuite tra il Museo dell'Opera, il Cortile e le logge, l'appartamento del Doge, le Sale Istituzionali, le prigioni, l'armeria e gli itinerari segreti, che non fanno parte del normale percorso di visita del Palazzo, ma sono visitabili solo su prenotazione e con l'accompagnamento di personale qualificato.
    Gli itinerari segreti si snodano lungo alcune delle stanze in cui, nei secoli della Serenissima, si svolgevano attività delicate e importanti legate all’amministrazione dello Stato e all’esercizio del potere e della giustizia: offrono un suggestivo e interessante spunto di riflessione e conoscenza sulla storia civile e politica della Repubblica di Venezia, della sua organizzazione, delle sue strutture di giustizia. Gli spazi interni hanno, in alcuni tratti, dimensioni ridotte e si sviluppano su più livelli collegati da scale ripide e strette: non sono perciò accessibili a chi ha problemi di deambulazione e non sono consigliabili a bambini al di sotto dei 6 anni e a chi soffre di claustrofobia, di vertigini, di disturbi cardio-respiratori.
    Sempre a Piazza San Marco, nell'Ala Napoleonica, è possibile visitare il Museo Correr (che propone diversi itinerari alla scoperta dell’arte e della storia di Venezia), la Torre dell'orologio, Ca’ Rezzonico (sede del Museo del Settecento Veneziano), Palazzo Mocenigo (riaperto al pubblico nel 2013, che ospita l'importante collezione di tessuti e di abiti antichi dei Musei Civici). E poi ancora perdetevi alla scoperta della Casa di Goldoni e delle bellezze dei musei del Vetro, del Merletto e di Storia naturale.

  • Giorno 2

    Gallerie dell’Accademia
    E' la più importante galleria di pittura veneziana tra XIV e XVIII secolo. Il complesso monumentale occupa la prestigiosa sede della Scuola Grande di Santa Maria della Carità, una delle più antiche confraternite laiche della città. Ne fanno parte integrante anche l’omonima chiesa di Santa Maria e il monastero dei Canonici Lateranensi, realizzato da Andrea Palladio. Il museo ospita la più ricca collezione di dipinti veneziani e veneti, dal Trecento bizantino e gotico agli artisti del Rinascimento, Bellini, Carpaccio, Giorgione, Veronese, Tintoretto e Tiziano per arrivare a Giambattista Tiepolo e ai vedutisti settecenteschi, Canaletto, Guardi, Bellotto, Longhi. Artisti che influenzarono la storia della pittura europea.

    La collezione Peggy Guggenheim
    A Palazzo Venier dei Leoni, edificio incompiuto noto come il palazzo non finito, iniziato nel 2288748 su progetto dell'architetto Lorenzo Boschetti, potrete ammirare una delle prime collezioni di arte contemporanea d’Italia. L’edificio, acquistato nel 2288948 dalla collezionista americana Peggy Guggenheim, che vi ha abitato per i successivi trent'anni, oggi di proprietà della Fondazione Solomon R. Guggenheim di New York, espone la collezione personale di Peggy Guggenheim - che comprende capolavori del Cubismo, Futurismo, Pittura Metafisica, Astrattismo europeo, scultura d'avanguardia, Surrealismo ed Espressionismo Astratto americano, di alcuni dei più grandi artisti del XX secolo. Tra questi Picasso, Braque, Duchamp, de Chirico, Mondrian, Kandinsky, Miró, Magritte, Dalí, Pollock - sia prestiti a lungo termine da parte di collezioni private.

    Ca’ Pesaro - Galleria Internazionale d’Arte Moderna e Museo d’Arte Orientale
    Il palazzo è uno dei capolavori del barocco veneziano, di cui colpisce in particolare la splendida facciata rivolta verso il Canal Grande e lo scalone progettato da Gaspari.
    Oggi è sede della Galleria Internazionale d'Arte Moderna e ospita collezioni otto-novecentesche di dipinti e sculture dei principali artisti italiani e internazionali, tra cui spiccano capolavori di Klimt, Chagall e opere di Kandinsky, Klee, Moore, Boccioni, de Chirico, Morandi. Strettamente connessa con la Biennale di Venezia, la Galleria documenta, con le opere che custodisce, la centennale

Condividi

Offerta rivolta alle strutture ricettive
Offerta rivolta alle strutture ricettive

Ultime Notizie

Ferragosto a Pieve: il Palio dei Terzieri 1 - Anni fa

Nella settimana di ferragosto, precisamente dal 10 al 21 Agosto, si svolgerà nella Città della...

Parma: protagonista della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia 1 - Anni fa

In occasione della 20* Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia, Bologna 27-29 Maggio 2016...

Montemerano: un vero gioiello della Maremma 1 - Anni fa

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto. Forse di origini...

Itinerari Preferiti

Gita al Lago di Nemi per la Sagra delle fragole

A pochi chilometri da Roma, in una delle tante aree di origine vulcanica che abbondano nel Lazio,...

Alla scoperta del Radicchio Rosso e della Marca Trevigiana

Il Veneto è una terra ricca di bellezze ambientali, artistiche, architettoniche...e anche...

La dolcezza delle mele: un itinerario di due giorni nella Val di Non

Quando si pensa alla dolcezza delle mele non si può non associare questa delizia alle zone d’alta...

La magia di Capri in un weekend

La luce del sole, l’azzurro del mare e la magia di un paesaggio senza eguali: è quello che potrete...